CHIRURGIA PLASTICA FACCIALE
 
     

Rinoplastica

La rinoplastica è la correzione di anomalie nasali estetiche o funzionali, che possono essere traumaticheo congenite . È uno dei più sofisticati interventi di chirurgia estetica e viene eseguito con svariate tecniche. La dimensione e la forma del naso quasi ideale si ottiene, rimuovendo e riposizionando le strutture osteo-cartilaginee della piramide nasale secondo parametri ben precisi.

Nella maggior parte dei casi la rinoplastica si esegue per motivi estetici, per ridurre le dimensioni del naso, per eliminare un gibbo ("gobba") del dorso nasale o per modificare una punta troppo larga.

Le tecniche: via extramucosa (aperta), via endonasale (chiusa).

 

 

Da sapere

L'intervento può essere eseguito a qualunque età (dai 16 anni sino alla terza età). È quasi completamente indolore. La rinoplastica può essere eseguita in anestesia locale con sedazione o in anestesia generale. È un intervento quasi privo di rischi (se vengono eseguiti tutti gli accertamenti pre-operatori per il rischio anestesiologico: esami del sangue; esame delle urine; elettrocardiogramma; radiografia del torace). L'intervento comporta un ricovero presso la struttura adeguata di un giorno, ma si può essere dimessi anche il giorno stesso. Dopo l'intervento compare un modesto edema del volto (gonfiore), che dura in media tre-quattro giorni e lievi ecchimosi sotto agli occhi (lividi), che durano in media dieci giorni.