MEDICINA ESTETICA FACCIALE
 
     

Peeling

Il peeling è un trattamento per levigare e migliorare l'aspetto della cute.
Il peeling chimico è una forma accelerata di esfoliazione che avviene attraverso l'uso di una sostanza chimica.
Un peeling molto superficiale accelera l'esfoliazione naturale dello strato corneo, mentre un peeling che agisce a livello più profondo crea necrosi e infiammazione nell'epidermide, nel derma papillare o nel derma reticolare.
Le sostanze chimiche utilizzate sono: l’acido glicolico, l’acido tricoloracetico, l’acido salicilico, l’acido piruvico, ecc.

L’acido glicolico ad alte concentrazioni (35-50-70%) è utilizzabile esclusivamente per uso medico e viene utilizzato per curare delle precise patologie dermatologiche.
Ha una duplice azione:
La prima è quella di levigare, idratare e conferire luminosità alla pelle attraverso una esfoliazione dello strato superficiale della pelle (lo strato corneo), stimolando e facilitando il ricambio cellulare, e contrastando così gli effetti dell’invecchiamento. Infatti le cellule dell’epidermide (cheratinociti) per azione dell’acido glicolico, si moltiplicano promovendo così un notevole aumento dello strato spinoso fatto di cellule giovani.
La seconda è quella di attivare i meccanismi fisiologici grazie ai quali aumenta la sintesi di collagene, elastina e l’idratazione endogena ottenendo così un miglioramento del trofismo generale della pelle. I meccanismi d’azione dell’acido glicolico sono:
- esfoliazione dello strato corneo;
- ispessimento dello strato spinoso;
- aumento di collagene ed elastina.

Il peeling è indicato per contrastare l’invecchiamento cutaneo, per attenuare le rughe sottili, per eliminare le macchie della pelle e le lentiggini, per curare la cheratosi attinica, l’acne (sia in fase attiva sia gli esiti cicatriziali), la cheratosi seborroica, le macchie solari e per migliorare l’aspetto delle pelli molto spesse.

 

Invecchiamento cutaneo e rughe

L’invecchiamento cutaneo è causato superficialmente da un eccessivo accumulo di cellule morte (cheratinociti) che generano un ispessimento dello strato corneo, conferendo alla pelle una diminuita luminosità, un’asimmetria di colore, la comparsa di piccole rughe, associata ad una diminuita idratazione. Inoltre con l’avanzare dell’età vi è una riduzione della produzione di collagene ed elastina; questo contribuisce ad una perdita di tonicità della pelle.
L’acido glicolico, grazie alle sue proprietà, permette una migliore esfoliazione delle cellule morte, migliorando il turnover cellulare; questo ridona alla pelle luminosità, attenuazione delle rughe, colorito uniforme, migliora l’idratazione, e lo strato superficiale della cute diventa compatto e levigato. Inoltre stimolando la produzione di collagene ed elastina, migliora il trofismo cutaneo.

Macchie della pelle

Le iperpigmentazioni sono alterazioni del colorito cutaneo; si presentano sotto forma di chiazze brunastre di varia forma e dimensione e compaiono in genere sulle zone esposte al sole (viso, mani, décolleté). Esse sono causate dall’attivazione del processo di sintesi della melanina ad opera di diversi agenti, come uso di contraccettivi orali, antibiotici, ad alcune sostanze contenute nei profumi, come gli psoraleni, ecc. In seguito all’esposizione solare le radiazioni UVB stimolano la sintesi della melanina nei melanociti. L’acido glicolico, favorendo l’esfoliazione superficiale, contribuisce ad eliminare gradualmente le cellule pigmentate; inoltre permette una migliore penetrazione dell’idrochinone, una sostanza che blocca la formazione della melanina, per cui utilizzando il prodotto, segue una progressiva riduzione della quantità contenuta a livello della macchia ipercromica ed il suo graduale schiarimento.

Pelle grassa ed acneica

Il problema della pelle grassa è imputabile a più fattori. Stress, cattiva alimentazione, fattori ormonali, scarsa ed inappropriata igiene cosmetica della cute.
Queste sono alcune delle cause che contribuiscono all’alterazione della produzione di sebo da parte della ghiandola sebacea che favorisce l’insorgenza di acne.
L’acido glicolico, con l’azione levigante, innanzitutto migliora quelle condizioni igieniche alterate che sono il terreno dove l’acne si può facilmente attecchire e proliferare. Esso rimuove il cosiddetto “tappo cheratinico” che ostruisce i pori e normalizza la produzione sebacea, ricreando così le condizioni igieniche ottimali per la normalizzazione del problema. In secondo luogo, esfoliando lo strato corneo, permette di ridurre i segni cicatriziali dovuti a pregresse forme acneiche.

Trattamento post peeling

È importante, dopo il trattamento, evitare in maniera assoluta esposizioni al sole o a lampade UVA - UVB, soprattutto nel caso di pelli scure e predisposte ad iperpigmentazione. Si raccomanda, inoltre, di usare con estrema disciplina, ogni giorno, un prodotto protettivo contenenti schermi e filtri solari protettivi, anche in casa.